Social





Bella prova di Giulia Andreozzi ai Campionati Italiani Cadetti/e di Jesolo - Ottavo posto nell'alto con la misura di 1.53 (7,8 Ott 2011) PDF  | Stampa |
Atleti - Risultati Giovani 2011

 

CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI E PER REGIONI CADETTI/E (14-15 anni)

JESOLO (VENEZIA)

7-9 OTTOBRE 2011

 

 

8° Posto di Giulia Andreozzi nell'alto con la  misura di 1.53

 

www.fidal.it

 

CADETTI, LA VANDI SI CONFERMA D'ORO   www.fidalmarche.com  9/10/2011

Non deludono gli atleti marchigiani under 16 nei Campionati italiani cadetti Kinder+Sport Cup di Jesolo (Venezia). Buoni risultati di squadra, con diversi piazzamenti di vertice e tanti primati personali, per finire con un acuto: quello di Eleonora Vandi, che ripete il successo della scorsa edizione. La quindicenne pesarese trionfa anche quest’anno sui 1000 metri e conquista la sua seconda maglia tricolore, premiata nell’occasione dal presidente federale Franco Arese. Una gara controllata senza problemi, grazie all’allungo decisivo sferrato già nelle battute iniziali, e poi una cavalcata solitaria chiusa con il tempo di 2’59”03. Figlia di due azzurri degli anni Ottanta, il mezzofondista Luca Vandi e la quattrocentista Valeria Fontan dai quali viene seguita anche dal punto di vista tecnico, la portacolori dell’Atletica Avis Fano-Pesaro ha dominato l’intera stagione, riscrivendo nel 2011 ben tre migliori prestazioni italiane di categoria: proprio sui 1000 metri, grazie al 2’49”4 del 20 aprile a Misano Adriatico, proseguendo il 1° maggio a Terni con 1’14”72 nei 500 metri, per concludere la serie il 30 giugno ad Ancona, 1’32”27 sui 600 metri. Ma non è stata l’unica marchigiana a farsi valere, su pista e pedane dello stadio Armando Picchi di Jesolo. In molti hanno guadagnato punti utili per la rappresentativa, che anche in questa occasione indossava la caratteristica tuta bianco-azzurra Banca Marche, riuscendo a confermare l’ottava posizione nella classifica combinata vinta dalla Lombardia (con i cadetti marchigiani settimi e le cadette ottave). Nel martello coglie il quarto posto Federico Petrelli: dopo aver ipotecato il passaggio in finale con 52.10 al secondo turno, il giovane lanciatore della Sangiorgese Tecnolift incrementa la misura a 53.43, spinto dal tifo dei compagni di squadra. Stesso piazzamento per l’ostacolista Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese), ad un soffio dal terzo gradino del podio con 14”08, e per l’astista Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo), capace di eguagliare il primato personale con 3.00 al primo tentativo: una quota che non vale l’argento soltanto a causa degli errori precedenti. Si migliorano poi il giavellottista Luca Soriani (Atl. Sangiorgese Tecnolift), oltre quattro metri di notevole progresso con un 51.53 che vale il quinto posto, e la mezzofondista Mamadou Binta Diallo (Atl. Avis Macerata), a sua volta quinta nei 2000 metri abbassando il proprio limite fino a 6’42”07. Personal best anche nel peso per Carlo Catini (Sport Atl. Fermo) che con 14.67 è sesto, come lo sprinter Francesco Botti (Asa Ascoli Piceno) sugli 80 metri e la staffetta 4x100 cadette composta da Costanza Muratori (Sport Atl. Fermo), Annalisa Torquati (Atl. Sangiorgese Tecnolift), Lara Becci (Atl. Senigallia) e Giorgia Micheli (Cus Urbino). E inoltre ottiene la finale Giulia Miraglia (Atl. Recanati) nel giavellotto, settima con il personale di 37.36, mentre chiudono ottavi il discobolo Gian Marco Cacciamani (Atl. Fabriano), l’altista Giulia Andreozzi (Sacen Corridonia) e la staffetta 4x100 cadetti con Livio Santarelli (Atl. Sangiorgese Tecnolift), Francesco Botti (Asa Ascoli Piceno), Lambert Marsigliani (Sef Stamura Ancona) e Leonardo Quarticelli (Sef Stamura Ancona).

RISULTATI
Cadetti
. 80: 6° Francesco Botti (Asa Ascoli Piceno) 9”51/-1.8 e 3° batt. 9”46/-0.2; 300: 24° Lambert Marsigliani (Sef Stamura Ancona) 6° batt. 39”55; 1000: 15° Lorenzo Berdini (Atl. Elpidiense Avis Aido) 2’50”86; 2000: 9° Tommaso Costantini (Sef Stamura Ancona) 5’55”48 pb; 100hs: 4° Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) 14”08/-1.6 e 2° batt. 13”97/-0.2; 300hs: 17° Leonardo Quarticelli (Sef Stamura Ancona) 4° batt. 42”90; alto: 21° Marco Angelici (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 1.65; asta: 12° Alessandro Tronelli (Sport Atl. Fermo) 3.40 pb; lungo: 9° Marco Capitanelli (Atl. Senigallia) 6.03/+2.8; triplo: 15° Livio Santarelli (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 12.34/+0.4; peso: 6° Carlo Catini (Sport Atl. Fermo) 14.67 pb; disco: 8° Gian Marco Cacciamani (Atl. Fabriano) 36.55; martello: 4° Federico Petrelli (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 53.43; giavellotto: 5° Luca Soriani (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 51.53 pb; marcia 4km: 12° Elio Orazi (Atl. Avis Macerata) 20’02”48 pb; pentathlon: 15° Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) 2647; 4x100: 8ª Livio Santarelli (Atl. Sangiorgese Tecnolift), Francesco Botti (Asa Ascoli Piceno), Lambert Marsigliani (Sef Stamura Ancona), Leonardo Quarticelli (Sef Stamura Ancona) 45”39.
Cadette
. 80: 12ª Annalisa Torquati (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 4ª finale B 10”64/-1.3 e 3ª batt. 10”60/-0.4; 300: 18ª Gina De Paolis (Sport Atl. Fermo) 6ª batt. 45”56; 1000: 1ª Eleonora Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) 2’59”03; 2000: 5ª Mamadou Binta Diallo (Atl. Avis Macerata) 6’42”07 pb; 80hs: 14ª Genny Caporalini (Atl. Recanati) 6ª finale B 13”22/-0.8 e 5ª batt. 13”11/-1.1; 300hs: 18ª Sara Gigli (Atl. Recanati) 5ª batt. 51”86; alto: 8ª Giulia Andreozzi (Sacen Corridonia) 1.53; asta: 4ª Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo) 3.00 pb; lungo: 11ª Giorgia Micheli (Cus Urbino) 4.96/-2.0; triplo: 11ª Elettra Ruggiero (Atl. Chiaravalle) 10.64/+0.6; peso: 18ª Precious Memè (Sef Stamura Ancona) 9.06; disco: 14ª Maria Cristina Iesari (Atl. Avis Macerata) 21.76; martello: 12ª Veronica Liberati (Asa Ascoli Piceno) 35.73; giavellotto: 7ª Giulia Miraglia (Atl. Recanati) 37.36 pb; marcia 3km: 18ª Giorgia Moriconi (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 17’17”69; pentathlon: 16ª Valeria Spinelli (Sport Atl. Fermo) 2982; 4x100: 6ª Costanza Muratori (Sport Atl. Fermo), Annalisa Torquati (Atl. Sangiorgese Tecnolift), Lara Becci (Atl. Senigallia), Giorgia Micheli (Cus Urbino) 49”96.
Presenti a titolo individuale
. Martello: 12° Matteo Totò (Sport Atl. Fermo) 42.61; 80 extra: 8ª Costanza Muratori (Sport Atl. Fermo) 10”84/-0.4; 11ª Lara Becci (Atl. Senigallia) 10”95/-0.9.
Classifiche a squadre
: Marche 7° posto cadetti 219 punti; 8° cadette 209; 8° combinata 428.

FINALISTI
1ª Eleonora Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro), 1000 metri
4° Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese), 100 ostacoli
4° Federico Petrelli (Atl. Sangiorgese Tecnolift), martello
4ª Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo), asta
5° Luca Soriani (Atl. Sangiorgese Tecnolift), giavellotto
5ª Mamadou Binta Diallo (Atl. Avis Macerata), 2000 metri
6° Francesco Botti (Asa Ascoli Piceno), 80 metri
6ª 4x100 cadette: Costanza Muratori (Sport Atl. Fermo), Annalisa Torquati (Atl. Sangiorgese Tecnolift), Lara Becci (Atl. Senigallia), Giorgia Micheli (Cus Urbino)
6° Carlo Catini (Sport Atl. Fermo), peso
7ª Giulia Miraglia (Atl. Recanati), giavellotto
8° Gian Marco Cacciamani (Atl. Fabriano), disco
8ª 4x100 cadetti: Livio Santarelli (Atl. Sangiorgese Tecnolift), Francesco Botti (Asa Ascoli Piceno), Lambert Marsigliani (Sef Stamura Ancona), Leonardo Quarticelli (Sef Stamura Ancona)
8ª Giulia Andreozzi (Sacen Corridonia), alto

 


 

 

 

 

 

Kinder+Sport Cup, primi titoli cadetti a Jesolo (www.fidal.it   7/10/2011)


Tradizione rispettata in pieno, perché la prima giornata della "Kinder+Sport Cup" viene condizionata inizialmente dalla pioggia e poi dalla temperatura invernale. Inevitabile rinviare a domani mattina (ore 11) l'asta cadetti, con la pedana spazzata dal vento freddo. Tuttavia i ragazzi fanno del loro meglio per onorare l'appuntamento e i protagonisti di giornata sono due atleti laziali: Tiziano Di Blasio (fratello d'arte: il maggiore Patrizio è stato azzurro quest'anno agli Europei juniores) domina il martello demolendo il suo personale con 64.97 all'ultimo lancio (4^ prestazione di sempre per la categoria, mentre nell'alto Erika Furlani (figlia dell'ex azzurro Marcello, 2.21 da junior, e della velocista di origini senegalesi Kathy Seck) salta 1.68 e sfiora 1.73 del suo nuovo personale all'aperto (ha però 1.74 indoor). Doppietta veneta nel disco, con il titolo che va alla veronese di origini congolesi Wendy Baonga (miglioratsati a 33.77). Sorpresa nella marcia maschile: vince un pugliese, ma non viene dalla Don Milani di Tommaso Gentile, bensì da Locorotondo e si chiama Gregorio Angelini. Nel lungo sempre condizionato dal vento il più bravo è il lombardo con ascendenti siracusani Alessandro Li Veli (6.66 ventoso, 6.58 regolare).

 

LA CRONACA DELLA PRIMA GIORNATA  

Le foto

 

Alto F (finale): Pronostico rispettato, perché Erika Furlani aveva già credenziali nella stagione al coperto (personale a 1.74, confermato con 1.72 outdoor). Genetica in azione anche in questo caso, visto che la ragazza dei Castelli, ora residente con la famiglia a Rieti e attiva al "Guidobaldi", è figlia di Marcello (altista azzurro con 2.21 già da junior) e della sprinter di origini senegalesi Kathy Seck. La paiazzata, Asja Cogliandro, è uno dei paradossi della nostra atletica: è alta 1.84 e si allena una volta alla settimana, visto che il suo sport è la pallavolo e lei gioca in serie C a Chieri nell'Involley come centrale.

 

 

 

 

 

 

Galleria Immagini